HOME     CHI SIAMO     LINK     NEWS     CONTATTACI

Ristrutturare con delicatezza
"Ristrutturare con delicatezza"
La casa che risparmia il 60% di energia
"La casa che risparmia il 60% di energia"
Deutsche Version  
La casa thermos
"La casa thermos"
Deutsche Version  English Version
Una casa tra rocce e verde
"Una casa tra rocce e verde"
Sotto un tetto di zinco-titanio
"Sotto un tetto di zinco-titanio"
English Version
Un attico accogliente e funzionale
"Un attico accogliente e funzionale"
La dinamicità dello spazio
"La dinamicità dello spazio"
Linee curve che vivacizzano lo spazio
"Linee curve che vivacizzano lo spazio"
Un intervento bio-difficile…
"Un intervento bio-difficile…"
English Version
La casa con le ali
"La casa con le ali"
Funereo ma non troppo…
"Funereo ma non troppo…"
Deutsche Version  
Farmacia della Stazione
"Farmacia della Stazione"
Studio medico - Monterotondo
"Studio medico - Monterotondo"
English Version
Studio medico - Piazza di Spagna
"Studio medico - Piazza di Spagna"
Concorso per Atri
"Concorso per Atri"
Una farmacia Bio
"Una farmacia Bio"
Farmacia - Zona Aurelia
"Farmacia - Zona Aurelia"
English Version
Il Feng Shui entra in ufficio
"Il Feng Shui entra in ufficio"



Vai alla News



CONSIDERAZIONI... Deutsche   English

A guardarsi intorno, sembra che l'uomo sia destinato a vivere in costruzioni squallide e senza la minima attrattiva, emarginato in deprimenti zone degradate dell'interland cittadino e in casi migliori, ma solo apparentemente, in condomini a "cortina" o costosissimi residence avulsi dal contesto urbano e irrispettosi dell'ambiente, luoghi in cui la fin troppo abusata dicitura del "vivere a dimensione d'uomo", è esplicata con qualche fioriera in più, una piscina condominiale, una pergola sul balcone, una panchina, un'altalena e uno scivolo, mentre problemi ben più importanti come il rispetto dell'ambiente e il risparmio energetico non vengono assolutamente presi in considerazione salvo installare qualche collettore solare di antica generazione abbandonato a se stesso sul tetto.

Le abitazioni che vengono edificate in Italia, in particolare nella zona della periferia di Roma, sono ancora realizzate, nella grande maggioranza, con tecnologie, materiali e impostazioni progettuali risalenti agli anni settanta. Non c'è stato alcuno sviluppo nella ricerca dei materiali impiegati e nella progettazione che tenga conto del sito, dell'orientamento rispetto ai raggi solari, dell'andamento dei venti, della raccolta dell'acqua piovana o del corretto smaltimento dei rifiuti, del rispetto dell'ambiente, del risparmio energetico, né tanto meno dei costi di gestione di detti fabbricati.

Possiamo osservare recentissimi insediamenti urbani, privi di un organico e integrato progetto urbanistico, privi di spazi verdi comuni, di aree adibite al gioco di bambini, di aree pedonali, di aree per la socializzazione, spazi in cui le abitazioni sono situate a ridosso delle linee degli elettrodotti o di zone industriali o di discariche, prive di verde e ricche di asfalto e cemento.

Veri e propri "quartieri dormitorio", realizzati da intramontabili e nuovi "costruttori-palazzinari" che, forti della crescente domanda di alloggi e del loro strapotere economico ottenuto anche con la complicità e incompetenza di organi politici e di amministratori locali, si sono sostituiti all'opera di architetti e urbanisti con i risultati che appaiono evidenti ai nostri occhi.

L'esempio del nord Europa, culturalmente più avanzato, sensibile e realmente interessato ad affrontare il problema dell'ambiente, della qualità della vita urbana e del risparmio energetico, ci incoraggia e ci fornisce esperienze, dati reali e ottimi consigli affinché il destino dell'uomo, presente e futuro più che prossimo, si possa incamminare per strade migliori.
E' da anni che il nostro studio di architettura ha intrapreso questa strada ed è in questa ottica che intende procedere, con la convinzione che questa sia l'unica via che si può oggi percorrere.

 

"Io mi credevo indipendente dalla posizione e dall'aspetto della camera. Invece non lo sono. Senza la vista libera, senza la possibilità di vedere dalla finestra un buon tratto di cielo o magari un campanile in lontananza, se non proprio uno spazio aperto, senza di ciò sono un pover'uomo avvilito, e pur non sapendo dire quanta parte di tristezza sia da ascrivere alla camera, non può essere poca; in questa camera ho persino il sole al mattino, e siccome tutt'intorno ci sono tetti molto bassi, il sole arriva dritto e trionfale fino a me. Ma non solo al mattino perché è una stanza d'angolo, con due finestre a sud-ovest."

Franz Kafka


STUDIOBIOARCH
info@studiobioarch.it
www.studiobioarch.it

  
Italy   EU

TORNA SU